Fibra ottica: quali sono le tipologie per migliorare la velocità?

L’importanza della fibra ottica

La fibra ottica consente di avere numerosi vantaggi per la propria linea internet, così da poterla potenziare al meglio. In particolare, secondo la delibera di Agcom, la fibra vera e propria è la FTTB o la FTTH. Oltre a queste vi sono altre tipologie che sono caratterizzate da una minor qualità, ma sono comunque presenti all’interno del commercio. E’ bene sapere, soprattutto al fine di scegliere una fibra ottica ideale, che vi sono più tipologie di fibra: pertanto si deve selezionare un’offerta alquanto vantaggiosa. A tal proposito, è bene consultare il seguente sito al fine di ottenere delle maggiori informazioni riguardo alle varie tecnologie esistenti.

Fibra ottica: quali sono le tipologie per migliorare la velocità?

Vi sono varie tipologie di fibra ottica e ciascuna di queste assicura una velocità differente della connessione internet. Questa differenziazione è prevalentemente data dalla presenza dei cavi di fibra e dal punto in cui essi arrivano, ossia alla centrale del provider. E’ possibile evidenziare come tutte le infrastrutture internet non abbiano necessariamente dei cavi di fibra e un sistema apposito che arrivi all’edificio dove si attiva l’offerta della rete fissa. Questo quindi, rispetto ad altre fibre ottica che invece hanno questa caratteristica, potrebbe rivelarsi un problema a seconda delle proprie esigenze. La prima tipologia di fibra ottica è la Fiber to the Home, ossia la FTTH, i cui cavi partono dalla centrale dei provider per poi raggiungere la propria casa. Una seconda tipologia, anch’essa particolarmente apprezzata, è la Fiber to the Building (o FTTB), i cui cavi partono anch’essi dalla centrale dell’operatore per poi arrivare all’edificio dove viene attivata l’offerta. Nello specifico, questi solitamente arrivano nel garage o nello scantinato. In questo esatto punto possono essere sfilati i cavi di fibra ottica e si hanno quindi i cavi in rame, grazie ai quali è possibile trasmettere il segnale internet e ottimizzare la connessione. E’ anche possibile rivolgersi alla tipologia Fiber to the Exchange, la quale appartiene all’ADSL e utilizza una rete trasmissiva costituita interamente in rame al fine di garantire la connessione internet. Infine, è possibile utilizzare la fibra ottica Fiber to the cabinet, denominata anche FTTC: questa è caratterizzata da un sistema in fibra che arriva dalla sua apposita compagnia fino all’armadio stradale, solitamente situato almeno a 300 metri dall’abitazione.

Le velocità della fibra ottica

Queste differenti tecnologie di fibra ottica consentono di ottenere a priori un ottimo risultato, ma avendo differenti caratteristiche il risultato finale potrebbe variare. Ebbene, è quindi necessario stabilire con precisione quale sia la velocità massima di ciascuna singola fibra ottica e connessione internet. Attualmente le fibre ottiche FTTB e FTTH sono quelle maggiormente quotate grazie alla loro avanzata velocità nel corso dei download da 1gigabit, ed è anche possibile navigare con un gbps. La fibra ottica FTTC prevede invece una velocità massima inferiore rispetto a quella appena vista, tra i 100 e 200 megabit per i download. Infine, le offerte della fibra ottica ADSL consentono agli utenti di navigare con soli 20 megabit in download. Ognuna di queste tecnologie è quindi differente e pertanto porta a risultati diversi: è quindi importante scegliere una tipologia che risulti adatta alle proprie esigenze.